Terrina di storno PDF Stampa E-mail
keBlog
Scritto da Flavio   
Martedì 06 Settembre 2011 21:16

terrina di stornoTra le diverse conserve assaggiate in Corsica ce n'è una che mi ha divertito e ne ho comprati alcuni vasetti da regalare agli amici: terrina di storno al mirto. Quella che ho provato io è fatta da Charles Antona, che produce ad Ajaccio anche altre terrine e conserve tradizionali della gastronomia Corsa. Buona. E divertente la faccia degli amici quando vedono gli uccellini disegnati sull'etichetta. Ora so che mi attirerò tuoni e fulmini da parte di molti di voi. Premesso che non sono un cacciatore, e che per altro non ho nulla contro la caccia se fatta a modo, devo dire che non ho alcuna difficoltà a mangiare storni o altri uccelletti. Ovvio che tutto dipende dalle modalità e dalla quantità delle catture. 

Insomma a me la terrina di storno è piaciuta. E voi che ne dite?

 

Per chi fosse interessato, questo è il sito del produttore Charles Antona:

http://www.corsicagastronomia.com

 

 

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
 
Podere Paugnano PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Fare la Spesa
Domenica 02 Maggio 2010 14:06

La famiglia Porcu fin dagli anni '70 si è stabilita nel Podere Paugnano, vicino a Radicondoli (Siena), allevando pecore di razza sarda.

Da alcuni anni hanno ottenuto la certificazione Biologica e hanno iniziato a produrre formaggi di pecora con ottimi risultati. Da menzionare il Marzolino di Lucardo, prodotto secondo un antica ricetta, con latte di pecora crudo e caglio vegetale.

Vendono i loro prodotti nel punto vendita presso l'azienda e in alcuni mercati dei produttori.

Nell'azienda è attivo anche un agriturismo.

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
 
Hegel e formaggi PDF Stampa E-mail
Parole in cucina
Scritto da Flavio   
Domenica 14 Marzo 2010 23:00

alpeggio 1921Alla fine di luglio del 1796 Georg Wilhelm Friedrich Hegel, che allora venticinquenne si trovava a Berna in qualità di precettore, trascorse alcuni giorni girovagando sulle Alpi Bernesi insieme ad amici.

Nel diario di quei giorni annota diligentemente le valli ed i luoghi visitati con un singolare spirito critico: pare quasi sia stato convinto controvoglia ad andare alla ricerca del "sublime", della potenza maestosa della natura che in realtà lo impressionano ben poco. Rimane molto più colpito dalle famiglie di alpigiani e dalla loro capacità di adattarsi ad un ambiente così duro ricavandone di che vivere con tenacia ed ingegno. Prende nota con interesse e ammirazione degli alberi da frutta (noci e ciliegi), dell'orzo e del fieno, delle mucche e delle capre al pascolo, di come viene fatto il formaggio e di ciò che trovano da mangiare nelle baite che li ospitano.

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
 
Tlaloc: ingredienti dal Messico PDF Stampa E-mail
Fare la Spesa
Mercoledì 24 Marzo 2010 21:59

tlalocNon è sempre facile trovare gli ingredienti per la cucina messicana qui in Italia, a Torino però esiste un negozio con un ottimo assortimento ed effettuano anche la spedizione della merce con corriere espresso: Tlaloc.

Nel catalogo si trova un po di tutto e sono gentili e puntuali nelle consegne.

I prezzi sono in linea con quelli di altri negozi (scordatevi quindi i prezzi praticati in Messico). Vendono anche artigianato messicano.

I riferimenti sono:

Tlaloc, via palazzo di città 24/E, Torino

tel. 011 4338817 sito web: www.tlaloc.it

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
 
Dolce come una bufala... PDF Stampa E-mail
Cucinare
Scritto da Flavio   
Venerdì 07 Maggio 2010 22:19

dolce  come una bufala

Giocando ancora con la mozzarella di bufala, ora diventa un piccolo scrigno magico che racchiude una sorpresa sensoriale, un caleidoscopio capace di moltiplicare i colori, gli aromi, i sapori.
Un dolce (?) che ha in se la memoria del mediterraneo, si fa in due per combinare e ricomporre i gusti in nuove sequenze.

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
 
Vienna Vegetable Orchestra PDF Stampa E-mail
Parole in cucina
Scritto da Flavio   
Venerdì 30 Aprile 2010 22:52

Grande successo questa sera della Vienna Vegetable Orchestra per la notte bianca a Firenze, nella splendida cornice di piazza Santa Maria Novella. Il gruppo, formatosi nel 1998 a Vienna, esegue performance in tutto il mondo esplorando l'acustica dei vegetali e creando magie sonore con gli ortaggi. Alla fine del concerto, minestrone per tutti.

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
 
Semifreddo al fagiolo zolfino PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Cucinare
Scritto da Flavio   
Domenica 28 Febbraio 2010 14:56
semifreddo al fagiolo zolfino

Mi era avanzato un poco di mole (salsa messicana a base di peperoncini, cacao e altro) e così ho pensato di abbinarla al fagiolo zolfino, ne è nato questo semifreddo da servire come antipasto. Si potrebbe anche farlo diventare un dolce, sciogliendo un po di zucchero di canna nella purea di fagioli e aggiungendo del cioccolato grattugiato alla ricotta.

Le folgie di epazote che in Italia non sono facili da trovare (io me le coltivo in un vaso in terrazzo) possono essere sostituite con della salvia fresca. In sostituzione della salsa di mole (prossimamente pubblicherò la ricetta anche di quella) potete provare con una ganache al cioccolato aromatizzata al peperoncino.

 

 

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
 
Pastore d'Aromi PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Fare la Spesa
Domenica 14 Febbraio 2010 13:11

podere le fontanellePastore d'Aromi, o anche Profumiere in cucina; così si definisce Pierre Cusseau.

Nei suoi campi vicino a Rignano sull'Arno coltiva erbe aromatiche e le combina con sapienza e passione creando miscele e sali speziati eleganti e raffinati. Qualche esempio?

Miscele: "Lemery" (scorza di arancia, maggiorana, timo, issopo), "Ambra" (fiori di acacia, maggiorana, limone, nepitella).

Sali speziati: "Borselli" (Sale naturale, scorza di arancia, origano, mirto, lavanda, peperoncino), "Alta Marea" (Sale naturale, finocchio, limone, issopo, peperoncino).

I suoi vasetti sono una tavolozza aromatica, da esplorare e sperimentare in cucina.

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
 
Pizzoccheri Valtellinesi PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Cucinare
Scritto da Flavio   
Venerdì 05 Febbraio 2010 00:24

pizzoccheri

In questo piatto simbolo della gastronomia della Valtellina troviamo i classici ingredienti dell'alimentazione alpina: le patate, il cavolo, il latte, il formaggio e il grano saraceno. Quest'ultimo (che non è un cereale, appartiene alle graminacee) arrivò dall'Asia dove fu addomesticato nella regione Himalayana e poi in Siberia, intorno al secolo X e si diffuse nell'Europa del nord e fino alle nostre regioni alpine. In Asia tutt'ora si usa, per esempio nella soba (tagliatelle giapponesi) o nei bliny (crespelle russe). Per i pizzoccheri è fondamentale utilizzare il formaggio Casera (che è una DOP) o ancora meglio la Pizzocherina (tipo di Casera preparato apposta per i pizzoccheri). E' un piatto per gente di montagna, saporito e sostanzioso, consiglio di accompagnarlo con un buon bicchiere di Sassella.

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 6

keBuone Notizie